visita pretorio

VISITA GUIDATA ALLA MOSTRA HI WOMAN!

Arci Prato festeggia l’8 marzo organizzando per sabato 12 marzo alle ore 15.00 una visita guidata alla mostra “Hi Woman!” in corso a Palazzo Pretorio. Il costo è di 11 € a persona comprensivo di guida e biglietto d’ingresso. La visita sarà confermata al raggiungimento del numero minimo di 20 partecipanti. Per prenotazioni inviare un messaggio Whapp al numero 3389349099.

La mostra Hi Woman! La notizia del futuro, curata da Francesco Bonami e promossa dal Comune di Pratoporta al Museo di Palazzo Pretorio le opere di 22 artiste internazionali. L’intera mostra ruota attorno al concetto di “annunciazione”, una parola che contiene molteplici significati che toccano la realtà della nostra socialità e comunicazione e al tempo stesso rimandano a una delle pietre angolari della cultura occidentale. Così Palazzo Pretorio accoglie 22 artiste contemporanee ognuna con una propria annunciazione da rivelare agli spettatori: Huma Bhabha, Irma Blank, Koo Donghee, Marlene Dumas, Isa Genzken, Jessie Homer French, Roni Horn, Jutta Koether, Andrew LaMar Hopkins, Maria Lassnig, Babette Mangolte, Lucy McKenzie, Aleksandra Mir, Susan Philipsz, Paola Pivi, Maja Ruznic, Jenny Saville, Fiona Tan, Genesis Tramaine, Andra Ursuta, Marianne Vitale, Lynette Yiadom-Boakye.

22 donne non per rispettare una correttezza politica scontata ma per sottolineare la centralità del soggetto femminile nella narrazione antica e contemporanea. 22 artiste che contemporaneamente sono nel ruolo dell’angelo e della Vergine, che contemporaneamente sono portatrici e destinatarie di una rivoluzione astratta, simbolica e profondamente concreta. Attraverso la pittura, la scultura, il video ed il suono le 22 artiste invaderanno il museo mettendosi in dialogo con le opere della collezione permanente, trovando a volte una sintonia a volte creando cortocircuiti potenti e carichi di stimoli per il pubblico. Le artiste in mostra ci annunciano messaggi diversi, misteri lontani e realtà vicine, ognuna con un lavoro potente e significativo capace di sostenere il confronto ed il dialogo con i maestri dell’antichità. L’opera d’arte è l’angelo e lo spettatore la Madonna, pronto ad abbandonarsi allo sconcerto, alla meraviglia e alla paura della notizia che riceverà.
L’opera d’arte porta con sé sempre una notizia, un messaggio.

Con questa mostra, ancora una volta il Museo di Palazzo Pretorio si interroga sul tema del dialogo tra i molti contemporanei possibili, tra passato e presente, offrendo ai visitatori un’occasione di riflessione, un’esperienza in cui la casualità dell’incontro delle annunciazioni porta a nuovi spunti di lettura del patrimonio della propria collezione.

Hi Woman! La notizia del futuro è la trasformazione Pop del saluto dell’angelo Gabriele a Maria proiettato nella contemporaneità. Non è una mancanza di rispetto, d’altronde lo stesso Gesù nel Vangelo non chiama sua madre mai Madre, Mamma o Maria ma “Donna”. Non c’è tema più noto nella storia dell’arte dell’Annunciazione. L’Angelo che dà notizia alla Vergine del futuro che arriverà attraverso Gesù. Al di là della connotazione religiosa del soggetto il tema dell’annunciazione è intrinsecamente legato all’arte da sempre – Francesco Bonami, curatore della Mostra.

L’Arcangelo Gabriele e Maria. Con loro inizia una storia affascinante, carica di speranza, che ha accompagnato credenti e non alla ricerca di un Dio vicino, calato sulla terra. Un racconto fatto di parole, di gesti, di intimità, di sorpresa, di dubbi, di luce. Un racconto che ha ispirato il mondo dell’arte come pochi altri, suscitando in tempi diversi emozioni e immagini perfettamente coerenti alla loro contemporaneità. Sono nove i dipinti esposti nel Museo di Palazzo Pretorio che hanno per soggetto l’Annunciazione; si tratta di opere che vanno dalla metà del Trecento alla fine dell’Ottocento ed esaltano con particolari caratteristiche e in maniera differente le emozioni della narrazione – Rita Iacopino, direttrice del Museo di Palazzo Pretorio.

visita pretorio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

60 − 52 =

Associazione ARCI Prato