FRA SPAZIO, CORPO E MATERIA. PERCORSO DI AVVICINAMENTO ALL’ADD PARKOUR

Spread the love

L’Arte dello spostamento (ADD), più conosciuta grazie ai media come parkour, è una disciplina sportiva che fonda le sue radici nel metodo naturale di George Hèbert e che ha come obiettivo quello di potenziare, attraverso l’interazione con l’ambiente e le sue molteplici forme, la padronanza degli schemi motori di base e la consapevolezza a tutti i livelli, da quello emotivorelazionale a quello pratico-soggettivo. Dal 20 luglio all’11 settembre, -nell’ambito del progetto RiGenerazione da Ego a ECO, promosso da Arci Prato in collaborazione con il Comune di Prato e la Casa del Popolo L. Orsetti e con il supporto della Regione Toscana Giovanisì – proponiamo corsi di avvicinamento all’ADD/Parkour rivolti a bambini e ragazzi dai 6 anni, tenuti dall’associazione “RESPIRA. Arte in Movimento”.  I moduli sono quindicinali, la partecipazione è gratuita. Per informazioni e iscrizioni: Andrea Santi tel. 3299690569 – email respiraarteinmovimento@gmail.comProgramma:

moduli:

dal 20 al 31 luglio – dal 17 al 30 agosto – dal 31 agosto all’11 settembre

calendario:

6-11 anni, martedi e venerdì dalle 15:00 alle 16:30

11-16 anni, martedi e venerdì dalle 16:30 alle 18:00

over 17, mercoledì dalle 18:00 alle ore 21:00

I gruppi saranno attivati alla presenza di almeno 2 partecipanti e fino a un massimo di 13. Il corso, a cura dell’associazione “RESPIRA. Arte in Movimento”, verrà tenuto da allenatori qualificati.

Il percorso si presenta come una serie di sessioni di allenamento sulla pratica dell’arte dello spostamento, offrendo agli allievi momenti individuali di riflessione sulla corporeità e della sua interazione con lo spazio, attivando momenti di condivisione e di collaborazione volti al problem solving e alla riscoperta delle risorse a cui ognuno può attingere per il raggiungimento di obiettivi individuali e di gruppo.
In questo senso l’idea è quella di offrire in maniera graduale e ponderata, momenti di crescita ludico-educativi a momenti di “fatica” psico-fisica, mirati a far emergere in forma “maieutica” le risorse interne dei partecipanti.
Obiettivi individuali: Incrementare l’empatia e la resilienza, creare e consolidare la capacità di auto analisi, accrescere l’autostima dei partecipanti, valorizzare l’attività fisica come fonte di benessere, premiare l’interazione, l’appartenenza e quindi la cura degli spazi cittadini.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

− 1 = 1