premio enrico rettangolare

LA SOCIALITA’ DEL FUTURO E’ UN PROGETTO CHE POSSIAMO REALIZZARE – CONCORSO DI IDEE “ENRICO CAVACIOCCHI”

L’Arci di Prato lancia un concorso di idee, dal titolo “La socialità del futuro è un progetto che possiamo realizzare”, rivolto alle classi delle scuole secondarie di secondo grado della provincia e dedicato alla memoria di Enrico Cavaciocchi, presidente dell’associazione da giugno 2016 a maggio 2022, quando è venuto a mancare improvvisamente a soli 63 anni. Al progetto giudicato migliore sarà riconosciuto un premio del valore di 2.000 euro che dovrà essere utilizzato per la realizzazione del progetto durante l’anno scolastico successivo. Le iscrizioni per la prima edizione, per l’a.s. 2023/24 si chiuderanno il 10 novembre 2023. Il bando e tutte le indicazioni per partecipare…

Il concorso  nasce con l’obiettivo di mantenere vivi l’entusiasmo di Enrico, la sua passione, la sua capacità di coniugare idee brillanti e innovative con la loro realizzazione concreta. E’ rivolto alle scuole perché intende coinvolgere i giovani, con i quali l’ex Presidente di Arci Prato amava confrontarsi e lavorare, ma anche e soprattutto perché intende coinvolgerli in una dimensione di progettualità collettiva, promuovere la capacità di immaginare e progettare insieme un presente e un futuro migliori. Per questo motivo, la partecipazione non è individuale ma è riservata alle classi che, di anno in anno, potranno candidarsi presentando un loro progetto.

I temi saranno quelli che più hanno impegnato Enrico durante tutto il periodo che ha vissuto nell’Arci, prima come volontario, poi come dirigente e infine come presidente: la giustizia sociale e climatica, l’inclusione, la partecipazione, la promozione sociale, l’accesso alla cultura per tutti. I progetti potranno riguardare la realizzazione di spazi o di occasioni di socialità che favoriscano l’inclusività, la crescita personale e sociale, la promozione di valori quali la pace, i diritti, l’uguaglianza, la tutela dell’ambiente, la solidarietà, il dialogo tra generazioni. Nell’ambito delle tematiche sopra delineate sarà scelto di anno in anno un tema specifico, che prenderà spunto dallo slogan del tesseramento Arci e che dovrà essere il focus della riflessione e della progettualità espressa dai concorrenti. Per l’anno 2023/2024 lo slogan è “La cura è rivoluzione”.

I progetti presentati saranno valutati da una commissione composta da esperti, professionisti, rappresentanti delle Istituzioni e del Terzo settore. Il progetto vincitore, che sarà decretato nel mese di maggio, sarà premiato con un contributo di 2.000 euro che la classe dovrà utilizzare per realizzarlo durante l’anno scolastico successivo.

PREMIO ENRICO_copertina Bando

I EDIZIONE – A.S. 2023/24

AVVISO

 

ARTICOLO 1

PREMESSA

 “La socialità del futuro è un progetto che possiamo realizzare” è un concorso di idee dedicato alla memoria di Enrico Cavaciocchi e rivolto agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado della provincia di Prato. Enrico Cavaciocchi è stato per molti anni un volontario dell’associazione Arci Comitato territoriale Prato, prima come presidente del Circolo “Lanciotto Ballerini” di Mezzana, poi come componente del Consiglio direttivo e della presidenza dell’associazione, infine come presidente di Arci Prato da giugno 2016 a maggio 2022, quando è venuto a mancare improvvisamente e prematuramente.
In tutti questi anni ha accompagnato l’attività dell’associazione con entusiasmo e vitalità, ha investito passione e tempo, rubandolo alla sua professione di architetto, nel sostenere il ruolo centrale dei Circoli Arci come spazi di democrazia e di impegno civile, nel promuovere relazioni con tanti altri soggetti del nostro territorio, con i quali ha condiviso l’ideazione e la realizzazione di iniziative e progetti per il benessere culturale e sociale della nostra comunità. Dall’apertura delle biblioteche popolari nei circoli e dei punti pranzo rivolti ad anziani e persone sole, alla partecipazione alle campagne di solidarietà nelle emergenze locali, nazionali e internazionali, alle iniziative per la difesa dei valori democratici, al forte impegno per sostenere le persone più in difficoltà durante il periodo della pandemia, sotto la sua guida, e animata dalla sua passione, l’Arci di Prato ha svolto un ruolo centrale nella promozione dei valori democratici, dei diritti umani, del mutualismo.

Il concorso di idee “La socialità del futuro è un progetto che possiamo realizzare”, vuole mantenere vivi l’entusiasmo di Enrico Cavaciocchi e la sua capacità di coniugare idee brillanti e innovative con la loro realizzazione concreta, vuole coinvolgere i giovani, con i quali Enrico amava confrontarsi e lavorare, in una progettualità riguardo ai temi sui quali si è speso durante tutto il periodo del suo impegno nell’associazione: la giustizia sociale e climatica, l’inclusione, la partecipazione, la promozione sociale, l’accesso alla cultura per tutti.

 

ARTICOLO 2

OGGETTO E FINALITÀ DELL’AVVISO

Il presente avviso è promosso da Arci Comitato Territoriale di Prato – APS che intende, attraverso di esso, coinvolgere le classi delle scuole secondarie di secondo grado della provincia di Prato in una riflessione collettiva sui bisogni della loro scuola, dei loro coetanei, del loro quartiere, delle comunità in cui vivono e nell’ideazione di iniziative, spazi, attività, occasioni di socialità capaci di incidere sui bisogni individuati promuovendo l’inclusività, la crescita personale e sociale, la promozione di valori quali la pace, i diritti, l’uguaglianza, la tutela dell’ambiente, la solidarietà, il dialogo tra generazioni.

Nell’ambito delle tematiche sopra delineate sarà scelto di anno in anno un tema specifico, che prenderà spunto dallo slogan del tesseramento Arci e che dovrà essere il focus della riflessione e della progettualità espressa dai concorrenti. Per l’anno 2023/2024 lo slogan è
LA CURA E’ RIVOLUZIONE”.

Al progetto giudicato migliore sarà riconosciuto un premio del valore di 2.000 euro che dovrà essere utilizzato per la realizzazione del progetto durante l’anno scolastico successivo.

 

ARTICOLO 3

REQUISITI DI PARTECIPAZIONE

Possono partecipare al concorso di idee le classi dalla I alla IV di tutte le scuole secondarie di secondo grado della Provincia di Prato.

Ciascuna classe può presentare un solo progetto.

Per ogni progetto è richiesta l’indicazione di un docente referente.

Nei gruppi di lavoro non sono ammessi collaboratori o soggetti esterni alla scuola.

ARTICOLO 4

ADESIONI AL CONCORSO

Le classi che intendono partecipare al concorso d’idee devono comunicare la propria adesione entro il 10 novembre 2023 inviando una mail all’indirizzo di posta elettronica premioenricocavaciocchi@arciprato.it. L’oggetto della mail dovrà contenere la dicitura: ADESIONE AL CONCORSO D’IDEE “LA SOCIALITA’ DEL FUTURO E’ UN PROGETTO CHE POSSIAMO REALIZZARE” e l’indicazione della scuola e della classe. La mail può essere inviata anche da un indirizzo di posta elettronica non certificata.

Alla mail dovrà essere allegato il modulo di partecipazione.

ARTICOLO 5

LINEE GUIDA

Il concorso prevede la realizzazione di un elaborato che, partendo dall’individuazione del bisogno a cui si intende dare una risposta,
illustri l’idea progettuale, i risultati attesi, le modalità di realizzazione e i costi.

L’elaborato dovrà avere una lunghezza massima di 5 cartelle e dovrà essere corredato da un budget che elenchi i vari costi previsti per la realizzazione dell’idea. Il costo complessivo non dovrà superare l’importo del premio (2000 €), a meno che non siano state individuate altre fonti di finanziamento a copertura del costo in eccesso. In questo caso il budget dovrà specificare anche le entrate supplementari previste, la fonte e la tipologia (es. contributo della scuola, di un ente locale, dei partecipanti ecc.)

Oltre al budget, potranno essere allegati, a completamento dell’elaborato, disegni, foto e quanto ritenuto necessario per illustrare l’idea progettuale.

 ARTICOLO 6

TERMINI E MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELL’ELABORATO

Le classi che abbiano comunicato la propria candidatura entro i termini di cui al precedente articolo 4, dovranno inviare gli elaborati finali entro e non oltre il 15 aprile 2024 utilizzando lo stesso indirizzo di posta elettronica  premioenricocavaciocchi@arciprato.it, indicando nell’oggetto della mail la dicitura: PROGETTO FINALE CONCORSO D’IDEE “LA SOCIALITA’ DEL FUTURO E’ UN PROGETTO CHE POSSIAMO REALIZZARE”, la classe e il nome della scuola. La mail potrà essere inviata anche da un indirizzo di posta elettronica non certificata.

ARTICOLO 7

VALUTAZIONE

Verificato il rispetto dei requisiti di partecipazione, la valutazione degli elaborati pervenuti entro la data indicata sarà a cura di una giuria composta da studiosi, professionisti, rappresentanti delle Istituzioni e del Terzo settore.

La giuria assegnerà a ciascun progetto, a proprio insindacabile giudizio, un punteggio da 1 a 10 per ciascuno dei seguenti criteri, per un totale massimo di 40 punti:

  • coerenza del progetto con le finalità e il tema di questo avviso;
  • originalità e innovatività dell’idea;
  • realizzabilità del progetto;
  • contestualizzazione e capacità di influire sul bisogno individuato.

ARTICOLO 8

ESITO DEL CONCORSO E PREMIAZIONE

Dopo l’espletamento delle procedure di valutazione, sarà redatta una graduatoria finale e decretato il vincitore. L’esito della valutazione sarà comunicato alla scuola premiata e all’insegnante referente del progetto. La graduatoria sarà inoltre pubblicata sul sito www.arciprato.it.

Il premio sarà corrisposto nel corso di una cerimonia che si svolgerà in data e luogo da definirsi. Destinataria dell’erogazione in denaro sarà la scuola, che dovrà impegnarsi contestualmente ad utilizzarla unicamente e interamente per la realizzazione del progetto.

ARTICOLO 9

PUBBLICAZIONE DEGLI ELABORATI

Tutti i concorrenti autorizzano Arci Comitato Territoriale di Prato – APS a pubblicare e pubblicizzare i lavori con le modalità e i canali che si riterranno più opportuni, senza pretesa di compensi.

Dopo che la graduatoria dei vincitori sarà stata pubblicata, ai partecipanti al concorso
sarà consentita la pubblicazione degli elaborati sui propri canali.

ARTICOLO 10

SEGRETERIA ORGANIZZATIVA

Per informazioni, gli interessati possono contattare la segreteria organizzativa del concorso all’indirizzo di posta elettronica premioenricocavaciocchi@arciprato.it, indicando nell’oggetto la dicitura CONCORSO D’IDEE “LA SOCIALITA’ DEL FUTURO E’ UN PROGETTO CHE POSSIAMO REALIZZARE.

ARTICOLO 11

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 26 OTTOBRE 2001, N. 430

Questo concorso d’idee non è soggetto ad autorizzazione ministeriale in quanto prevede la produzione di opere artistiche e il premio rappresenta il riconoscimento del merito personale e un titolo d’incoraggiamento nell’interesse della collettività, ai sensi di quanto disposto dal Decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 2001, n. 430.

ARTICOLO 12

TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

I dati raccolti saranno trattati ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679 del Parlamento europeo e del Consiglio del 27 aprile 2016 relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali. Essi saranno utilizzati da Arci Comitato Territoriale Prato – APS unicamente al fine del corretto svolgimento del presente concorso d’idee. I dati raccolti potranno essere trattati ai soli fini istituzionali e promozionali sui canali preposti a questa iniziativa. I dati raccolti potranno essere visionati, modificati, aggiornati o cancellati in qualsiasi momento dai proprietari degli stessi. Il titolare del trattamento dei dati è Arci Comitato Territoriale Prato – APS.

 

ARTICOLO 13

DIRITTI D’AUTORE

Il concorso non ha alcuna finalità commerciale. Gli autori, partecipando al concorso, concedono ad Arci Comitato Territoriale Prato – APS il diritto di pubblicare i propri elaborati sui canali che saranno ritenuti più opportuni al fine di raggiungere gli obiettivi di questo avviso. I diritti rimangono comunque di proprietà dei singoli autori, che accettano di non rivalersi economicamente in alcun modo su Arci Comitato Territoriale Prato – APS per qualsivoglia utilizzo.

ARTICOLO 14

ESONERO DI RESPONSABILITÀ

Arci Comitato Territoriale Prato – APS è esonerato da qualsiasi responsabilità in merito al pregiudizio recato dagli elaborati o dalla loro realizzazione a diritti di terzi di qualsivoglia natura e a eventuali contestazioni che potessero insorgere circa l’originalità o la paternità delle opere nel loro complesso o delle parti che le costituiscono.

Nel caso in cui lo sviluppo dei progetti rendesse necessario l’utilizzo di foto, immagini, illustrazioni, video, brani musicali, tracce audio o materiali affini, questi dovranno essere originali e liberi da diritti da parte di terzi. Gli istituti scolastici e le classi dovranno garantire il libero utilizzo dei materiali senza limiti temporali e

territoriali. Dovranno inoltre fornire eventuali liberatorie laddove queste siano previste dalla disciplina vigente.

PREMIO ENRICO_quarta di copertina Bando

Scarica il bando completo in pdf

Scarica la scheda di iscrizione

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

+ 60 = 65

Associazione ARCI Prato APS