PROGRAMMA

IN PROGRAMMA AL TERMINALE CINEMA

Al Terminale Cinema  da giovedì 2 a mercoledì 8 febbraio  è in programmazione il film  DECISION TO LEAVE de regista coreano Park Chan-wook, premiato per la Miglior Regia al Festival di Cannes 2022.  Inoltre: venerdì 3 alle 19:00, il regista Lorenzo Borghini sarà in sala a presentare il suo documentario IL PITTORE DEI DUE MONDI, un viaggio intimo nell’universo di uno dei più grandi artisti del Novecento italiano, Luca Alinari (Firenze, 1943-2019); domenica  5 alle 10:30, la rassegna “Cinefilante. Film per i piccoli” presenta LE DISAVVENTURE DI JOE  (2+), una selezione di corti d’animazione slovacchi; lunedì 6, alle 21.00 il quinto e ultimo appuntamento della rassegna “Mondovisioni  2023. I documentari di Internazionale” è con la proiezione di THIS STOLEN COUNTRY OF MINE, di Marc Wiese, che racconta lo sfruttamento delle risorse naturali dell’Ecuador da parte della Cina.   Versione originale con sottotitoli in italiano.   Tutti i dettagli e gli orari su www.terminalecinema.com

DECISIONE TO LEAVE

di Park Chan-wook. Premio Miglior Regia al Festival di Cannes 2022.  “Park Chan-Wook sorprende con un romantico neo-noir che ha il respiro dei classici e il linguaggio del presente” Mymovies ****
Dramm. – Corea del sud, 2022, durata 138’.

Hae-joon è un detective infallibile e un marito insoddisfatto: quando si trova alle prese con un caso di suicidio, ritiene che si tratti in realtà di omicidio. Per questo indaga sulla moglie cinese della vittima, Seo-rae, ma se ne innamora all’istante. Attraverso una sottile rete di seduzione, Seo-rae sembra soggiogare Hae-joon, che però ha un’intuizione che potrebbe ribaltare il corso dell’indagine.

 

IL PITTORE DEI DUE MONDI

Venerdì 3 febbraio, alle 19:00, al Terminale Cinema sarà presentato il film “Il pittore dei due mondi” un viaggio intimo nell’universo di uno dei più grandi artisti del Novecento italiano, Luca Alinari (Firenze, 1943-2019),. A introdurre il film in sala saranno presenti il regista e la sceneggiatrice Viktoria Charkina. Modererà l’incontro il giornalista Fabrizio Borghini..Un film di Lorenzo Borghini, con Luca Alinari e con la partecipazione di Cristina Acidini, Umberto Cecchi, Eugenio Giani. Documentario, Italia, 2023.

Attraverso varie fonti come video creati dall’artista, interviste, testimonianze dirette di familiari, amici, storici dell’arte e rappresentanti di varie istituzioni, il documentario di Borghini si fa strada lungo il percorso artistico ed esistenziale del pittore fiorentino. La sua sperimentazione dei generi e dei linguaggi pittorici consente di portare alla luce un affresco che spazia dalla Pop Art degli ambienti domestici ai fantasiosi paesaggi interiori, per finire nell’arte più concettuale verso la fine della sua vita, contribuendo a rivelare, per mezzo delle sue opere, gli aspetti più reconditi della sua personalità.

 

LE DISAVVENTURE DI JOE
Domenica 5 febbraio, alle ore 10:30, per la rassegna “Cinefilante. Film per i piccoli” una selezione di corti d’animazione slovacchi. Di Vladimír Pikalík – Slovacchia, 1991, durata 40’. Età consigliata 2+

Joe è un bambino dalla straripante curiosità e immaginazione. Sempre pronto a sperimentare, trascina con sé i suoi amici in esilaranti avventure al limite del disastroso come la visita di una casa stregata o la messa in scena di un’invasione aliena. Il mondo dell’infanzia raccontato con un tono birichino e burlesco attraverso buffi pupazzi animati nella migliore tradizione dei maestri dell’animazione dell’Europa dell’Est.

THIS STOLEN COUNTRY OF MINE

Lunedì 6 febbraio, alle ore 21:00, per la rassegna “Mondovisioni. I documentari di Internazionale” sarà proiettato il film “This Stolen Country of Mine”, di Marc Wiese. Germania/Ecuador 2022 – durata 93′. Versione originale con sottotitoli in italiano

La Cina ha un’insaziabile fame di risorse naturali, e nell’ultimo decennio ha operato aggressivamente per sfruttare quelle dell’Ecuador, il paese dell’America Latina attualmente con il maggior numero di debiti contratti con il gigante asiatico. Paúl Jarrín Mosquera guida la resistenza indigena contro lo sfruttamento della loro terra, mentre la diplomazia cinese usa il governo ecuadoriano per trasformare il paese in una nuova colonia, dopo averlo reso dipendente dal credito con una serie di insostenibili trattati. Quando il giornalista Fernando Villavicencio smaschera queste trame e ottiene l’accesso ai contratti tra i due paesi, il governo vuole mettere a tacere anche lui. Entrambi gli uomini combattono per la libertà, contro una superpotenza e la corruzione..  .

Maggiori informazioni su www.cineagenzia.it

PROGRAMMA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

91 − = 83

Associazione ARCI Prato APS