Diventare soci

Spread the love

Iscriversi

Come iscriversi
Si può aderire all’Arci richiedendo la tessera in uno dei nostri circoli, oppure presso il nostro Comitato territoriale. Da quest’anno (2016/2017) la tessera ha validità annuale dal 1° ottobre al 30 settembre.

Perché iscriversi
La tessera dà diritto a partecipare a tutte le attività dei circoli e delle strutture dell’associazione, a prendere parte ad ogni momento della loro vita democratica, ad usufruire dei servizi forniti dal circolo e dall’associazione a livello locale e nazionale.
La tessera dà anche diritto a sconti e agevolazioni in teatri, cinema, musei e altre strutture convenzionate a livello locale e nazionale.

Quanto costa
Per il 2016, il costo della tessera è di 10 euro (5 euro per i giovani al di sotto dei 18 anni) e comprende un’assicurazione che copre il socio per tutte le attività svolte dal circolo, in caso di morte, invalidità permanente, ricovero ospedaliero, spese mediche per infortuni.

Cosa significa essere socio
Essere socio vuol dire:

* conoscere lo statuto del proprio circolo, condividerne le finalità e rispettarne le regole
* prendere parte attiva alla vita del circolo, collaborando con gli altri soci
all’organizzazione delle attività e alla realizzazione dei suoi scopi sociali
* partecipare alle assemblee, esercitando il proprio diritto-dovere di decisione sulle scelte
che riguardano la vita del circolo
* partecipare alla discussione e all’approvazione del bilancio annuale del circolo
* partecipare all’elezione degli organismi dirigenti del circolo e, anche candidarsi a farne
parte
* impegnarsi ad affermare dentro e fuori del circolo il valore e la dignità delle persone,
al di là di ogni differenza di sesso, razza o religione, la cultura e la pratica della tolleranza,
della pace, della cooperazione e della solidarietà tra i cittadini

* occuparsi dei problemi del territorio, prestando la propria attività a sostegno dei cittadini
più deboli, per la crescita culturale e civile della comunità
* ricordare che il gioco, la gioia e la felicità sono beni inalienabili di tutti che ognuno ha il
diritto di preservare