CINEMA E MIGRAZIONI

Spread the love

CINEMA E MIGRAZIONI
Non è facile affrontare il tema dei fenomeni migratori scansando i luoghi comuni, andando oltre la vuota dialettica televisiva e i violenti proclami politici rilanciati dagli organi di stampa in questi ultimi anni. È il cinema, da sempre specchio della contemporaneità, che ci viene in soccorso per trovare nuovi e inconsueti punti di vista sul problema, su come raccontarlo con rispetto e dignità per tutte le parti in causa e quindi, in fondo, anche su come affrontarlo. Nessun mezzo, nessuna arte meglio del cinema è capace di questa operazione e i tre film che abbiamo scelto (tra i tanti, in verità, che oggi riflettono su questa tematica) sono l’esempio più lampante che uno spazio di discussione comune è possibile, anzi auspicabile, per uscire da questo stallo sociale e culturale. L’apertura è dedicata a un Maestro del cinema contemporaneo: Abel Ferrara, col suo documentario dedicato alla piazza più multietnica d’Italia, Piazza Vittorio a Roma. Le due opere successive raccontano invece storie di migrazioni (solo apparentemente) lontane fra loro, attraverso lo sguardo di giovani autori italiani, in prima linea nel Mar Mediterraneo così come in America. (FB)

Spettacolo unico il GIOVEDÌ alle ore 21.30
POSTO UNICO 5€ – STUDENTI MONASH UNIVERSITY 4€ – INGRESSO RISERVATO AI POSSESSORI DI TESSERA ASSOCIATIVA 2018 (1€)
* Ingresso senza tessera: Posto Unico 7,50€ – Ridotto 5€

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

70 − = 60