ARCI IN FESTA A BACCHERETO

Spread the love

Giovedì 6 e venerdì 7 luglio, presso l’Anfiteatro della Cava di Bacchereto, due serate per festeggiare insieme i 60 anni dell’Arci. In programma giovedì 6 luglio, concerto dei “3 4 Funk”, Trio Retro Funk composto da Luca Ciampolini (electric piano), Alessio Cioni (Sax tenore, alto, soprano), Riccardo Colzi (batteria). Venerdì 7 luglio, concerto del gruppo “I Facoceri”, rock cover band composta da Riccardo Fabbri (basso e voce), Paolo Ciampi (chitarra elettrica e voce), Massimiliano Lai (chitarra elettrica e voce), Saccio (batteria), in collaborazione con Urban Blackout. Prima del concerto, esibizione del gruppo “Musica, terra comune”, laboratorio musicale condotto da Massimo Altomare con ospiti dello SPRAR e dei CAS di Prato. INGRESSO GRATUITO. Entrambe le sere sarà possibile cenare in cava con pizza, griglia e altre specialità preparate dalla Casa del Popolo di Bacchereto.“3 4 Funk” è una formazione nata nel 2010 con l’intento di interpretare in chiave Funk Fusion alcuni dei più noti brani di musica internazionale e proporre brani inediti arrangiati dalla Band.
Il trio Si ispira alle principali formazioni Jazz, Funky e Fusion americane e londinesi ricercando groove tipici dell’oltre oceano così come sonorità tipiche del filone musicale nord europeo. I musicisti che compongono il gruppo hanno suonato in alcune importanti formazioni del panorama jazzistico toscano.
L’obiettivo della band è quello presentare le proprie composizioni inedite evidenziando le sonorità e gli arrangiamenti originali in chiave Funk Fusion. Per ulteriori approfondimenti si può visitare la pagina Face Book del gruppo (@threeforfunk).

I Facoceri è un gruppo rock attivo da metà degli anni ’90. Fin dagli esordi calca i più importanti palchi della Toscana proponendo un mix di cover e repertorio originale partecipando anche al Rock Contest.
La formazione è composta da Riccardo Fabbri (basso e voce), Paolo Ciampi (chitarra elettrica e voce), Massimiliano Lai (chitarra elettrica e voce) e Saccio (batteria).
Ad oggi la band si esibisce con un repertorio di sole cover, onorando così i gruppi più importanti della storia del rock, dai Beatles ai Therapy?, senza dimenticare i grandi autori, come Neil Young.
Come molti musicisti old school hanno deciso di non apparire sui social, l’unico modo per conoscerli è andare ad un lor live per respirare tutta l’energia che sprigionano.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

6 + 3 =