CITTADINI STRANIERI AL VOTO

Spread the love

Un seggio simbolico per far valere i loro diritti: il 31 maggio in concomitanza con le elezioni regionali sarà allestito un seggio in piazza Mercatale a Prato (dalle 9 alle 12)
in cui gli immigrati regolari potranno votare per scegliere il Governatore della Toscana.

Il seggio, l’unico in tutta la Toscana, sarà allestito sotto le logge della Camera del Lavoro.  L’iniziativa avrà il patrocinio del Comune di Prato

“L’iniziativa ha un importante valore simbolico, poiché cerca di coinvolgere e sensibilizzare tutte quelle persone che si sentono parte attiva della comunità, anche se l’attuale normativa non prevede il loro voto alle elezioni amministrative – è il pensiero dell’assessore ai diritti di cittadinanza del Comune di Prato, Simone Faggi – Il seggio virtuale in piazza Mercatale è l’occasione, anche per le istituzioni, per riflettere sui diritti di cittadinanza e sulla necessità di affrontare il tema di un riconoscimento dei diritti come dei doveri dei nuovi cittadini. Auspico perciò una grande partecipazione all’iniziativa promossa da sindacati ed associazioni con il patrocinio del Comune di Prato. ”
Dove si vota e chi può votare

• Si vota al seggio allestito a Prato in piazza Mercatale sotto le logge della Camera del Lavoro, dalle 9 alle 12.
• Possono votare tutti i cittadini stranieri residenti nel Comune di Prato in possesso di carta di identità valida.
• Domenica sera, dopo la chiusura dei seggi regolari, saranno diffusi i dati relativi alla consultazione al seggio simbolico
L’iniziativa è promossa a livello nazionale da “L’Italia sono anch’io”, una rete di associazioni che ha organizzato nelle 7 regioni che il 31 maggio andranno al voto il seggio simbolico. “L’Italia sono anch’io” è promotrice di due proposte legge di iniziativa popolare che hanno raccolto 200 mila firme: una sulla cittadinanza basata sull’introduzione dello ius soli e una sul diritto di voto alle elezioni amministrative a chi risiede nel nostro paese da più di 5 anni.

Della rete “L’Italia sono anch’io” fanno parte Arci, Acli, Cgil, Uil, Rete G2 – Seconda Generazione, Rete Primo Marzo, Migrantes, Caritas Italiana, Ugl, Federazione Chiese Evangeliche in Italia, Lunaria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

− 1 = 1